ALTRO CENTRO NORD

Paesi perduti Trento foto a colori di paese arroccato su una collina immerso nella nebbia
©Silvia Camporesi

PAESI PERDUTI – TRENTO

Appunti per un viaggio nell’Italia dimenticata

20 novembre 2022-26 febbraio 2023

Galleria Civica di Trento
Via Rodolfo Belenzani, 44 – Trento

da Ma. a Do. 10-13 e  14- 18

Biglietto Intero 2€
Info e riduzioni:
https://www.mart.tn.it/visita-galleria-civica

Numero verde: 800 397760
email: civica@mart.tn.it


La Galleria Civica di Trento prosegue l’indagine sul contemporaneo con una mostra che mette al centro un tema estremamente attuale e urgente: la complessa dinamica che, intrecciando fattori antropologici, sociali ed economici, porta all’abbandono di ampie zone del Paese, in modo particolare aree montane lontane dai centri principali e dalle vie di comunicazione. Attraverso le fotografie di Gabriele Basilico, Silvia Camporesi, Flavio Faganello, Paolo Simonazzi, Italo Zannier e i video di Franco La Cecla, Vittorio De Seta, Patrizia Giancotti la mostra documenta luoghi e paesaggi dell’abbandono; un mondo di paesi silenziosi, di attività antropiche capaci di resistere alla tentazione dell’emigrazione, di grandi occasioni perse ma anche di futuri possibili, di sviluppo sostenibile, di rinascite. Oltre duecento scatti fotografici e quattro opere video offrono una visione complessiva del nostro Paese dagli anni Cinquanta fino all’oggi. A cura di Gabriele Lorenzoni.

https://bit.ly/3Xmv9zB

Fotografia Zeropixel Trieste foto in bianco e nero grande albero spoglio con sopra figura di donna in posa con le braccia alzate
©Monica Denevan

FOTOGRAFIA ZEROPIXEL – TRIESTE

9° EDIZIONE “SPAZI”

17-27 novembre 2022

Palazzo Costanzi
piazza Piccola, 2 – Trieste

email: info@fotografiazeropixel.it

Info programma sedi orari:
https://www.fotografiazeropixel.it/


Fotografia Zeropixel è un progetto unico nello scenario delle manifestazioni fotografiche ed è bene ricordare per quali peculiarità. Si parte da una valutazione fisica, tangibile, sostanziale che caratterizza la quasi totalità delle fotografie chimiche e le differenzia da altre: la pellicola fotografica è qualcosa di materico, tridimensionale; in particolare è costruita da uno strato di alogenuri d’argento fissati sul supporto da una particolare gelatina. Questa combinazione di emulsione di granelli d’argento predispone il supporto fotografico ad essere esposto alla luce ed è proprio a questo punto che si manifesta la differenza della fotografia chimica con il resto della fotografia contemporanea: ogni alogenuro d’argento è capace di rappresentare non solo le informazioni della luce ma insieme ad essa anche le informazioni spaziali da dove la stessa luce proviene, si parla infatti di unità di superficie. Un bagaglio di informazioni unico, superiore a quello capace di esser riprodotto da un sensore fotografico moderno. Direzione artistica Ennio Demarin, Massimiliano Muner.

Tina Modotti - Aosta La genesi di uno sguardo moderno foto in bianco e nero di fiore bianco aperto e fiore più piccolo chiuso
©Tina Modotti

TINA MODOTTI – AOSTA

LA GENESI DI UNO SGUARDO MODERNO

12 novembre 2022-12 marzo 2023

Centro Saint-Bénin
via Festaz, 27 – Aosta

da Ma. a Do 10-13 e 14-18

Biglietto Intero 6 €

tel. 0165.272687
email u-mostre@regione.vda.it

Info e riduzioni:
https://bit.ly/3G6Kyhj


Venerdì 11 novembre 2022, alle ore 18, inaugurazione presso il Centro Saint-Bénin di Aosta della mostra ” Tina Modotti. La genesi di uno sguardo moderno “. L’esposizione, a cura di Dominique Lora e Héctor Manuel Orozco Velázquez, in collaborazione con Daria Jorioz, dirigente della Struttura Attività espositive e promozione identità culturale della Valle d’Aosta, è dedicata alla celebre fotografa Tina Modotti, che occupa un posto fondamentale nel panorama della fotografia internazionale. Al Centro Saint-Bénin di Aosta saranno esposti più di 100 scatti della fotografa provenienti dalla collezione dell’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH) e dalla Fototeca Nazionale di Città del Messico, con l’intento di ripercorrere le fasi salienti del suo percorso professionale.

elliott erwitt foto in bianco e nero di tre uomini vestiti da ballerine con calze bianche tutu e coda di piuma al bancone di un bar
©Elliott Erwitt

ELLIOTT ERWITT

IL MIO SGUARDO SUL MONDO

6 novembre 2022-10 febbraio 2023

Galleria Harry Bertoia
Corso Vittorio Emanuele II, 60 – Pordenone

da Gio. a Do. 15-19

Biglietto Intero 5€

tel. 0434 392935
email: museo.arte@comune.pordenone.it


Questa esposizione, presentata per la prima volta in Italia, omaggia il talento e la lunga carriera di Elliott Erwitt. Alla Galleria Harry Bertoia saranno esposte quaranta fotografie divise in due gruppi, una selezione di fotografie “nuove”, raccolte poi nel volume Ritrovate, non perse (Contrasto, 2021) che appunto presenta gli inediti di Erwitt, a confronto con le grandi immagini iconiche, quelle che da sempre ci fanno sognare e che hanno costruito la fortuna e la fama del suo autore. Promossa da Comune di Pordenone con CRAF – Centro Ricerca e Archiviazione della Fotografia e Contrasto. A cura di Alessandra Mauro.

https://bit.ly/3hb1DvY

Joel Sartore Photo Ark foto a colori di scimmia denominata cappuccino piangente che davnti all'obiettivo si nasconde il muso con la zampa
©Joel Sartore

JOEL SARTORE

“PHOTO ARK”

29 ottobre 2022-29 gennaio 2023

Palazzo Tadea
Piazza Castello, 4 – Spilimbergo (PN)

Me. Gio. e Ve. 15.30-18.30
Sa. e Do. 10.30-12.30 e 15.30-18.30

Ingresso Gratuito

tel +39 0427 91453
email: info@craf-fvg.it


Nell’ ambito del Friuli Venezia Giulia Fotografia 2022 #pezziunici 36esima edizione della rassegna Friuli Venezia Giulia Fotografia Palazzo Tadea inaugura il 29 ottobre la mostra del fotografo Joel Sartore “Photo Ark”.
Joel Sartore fotografo, scrittore e ambientalista, specializzato nella documentaizone di specie in via di estinzione in tutto il mondo è fondatore di Photo Ark, un progetto documentario finalizzato alla conservazione delle specie e degli habitat. Per fare la sua parte nell’opera di salvataggio e conservazione della biodiversità, Joel Sartore impugna la fotocamera e disegna la sua arca, una nave costruita per salvare gli animali in carne e ossa. Serve e sotttrarne molti all’oscurità e altri all’indifferenza, con uno scopo preciso: portarli via da un disastro imminente, l’estinzione. Proprio perchè l’estinzione si verifica così frequentemente è posibile diventarne assuefatti. Questo potenziale disinteresse rende il lavoro di Sartore ancora più prezioso, perchè le sue immagini ci mostrano il valore di ciò che va perso.
trieste photo days 2022 foto in bianco e nero di ragazza con il viso truccato di bianco con occhi cerchiati di nero naso nero a triangolo e bocca allungata fino alle guance sigaretta in bocca che guarda l'obiettivo seduta dentro una macchina lato passeggero con la portiera aperta
@Joe Patronite

TRIESTE PHOTO DAYS 2022

Festival Internazionale della Fotografia Urbana

dal  28 al 30 ottobre 2022

Sedi Varie – Trieste

Alcune mostre continueranno fino a novembre
Consultare il programma
https://www.triestephotodays.com/

tel. 040 3720617
email: info@triestephotodays.com


Ritorna per il nono anno di fila il festival internazionale di fotografia urbana Trieste Photo Days, che si svolgerà dal 28 al 30 ottobre con incontri, workshop, ospiti internazionali e imperdibili mostre fotografiche ideato e organizzato dalle associazioni culturali dotART e Exhibit Around APS di Trieste, in coorganizzazione con il Comune di Trieste – Assessorato alle Politiche della Cultura e del Turismo. Tra i super-ospiti che saranno presenti al Trieste Photo Days 2022: Susan Meiselas, Nino Migliori, Tony Gentile. A coronare il programma espositivo, le mostre del Trieste Photo Fringe, il “festival diffuso” di Trieste Photo Days che si svolge in un circuito selezionato di locali del centro città.

Pier Paolo Pasolini Sotto gli occhi del mondo foto in bianco e nero di Pier Paolo Pasolini seduto su una sedia in strada vestito elegante con completo scuro e cappotto nero
©Duane Michals

PIER PAOLO PASOLINI

SOTTO GLI OCCHI DEL MONDO

24 settembre 2022-8 gennaio 2023

Villa Manin
Piazzale Manin, 10 Passariano di Codroipo (UD)

da Ma. a Do. 10-19

Biglietto Intero 8€
Info riduzioni aperture straordinarie:
https://www.villamanin.it/evento/pier-paolo-pasolini-sotto-gli-occhi-del-mondo/

email: info@villamanin.it
tel. +39 0432 821211


Dal 24 settembre 2022 al 8 gennaio 2023 Villa Manin di Passariano di Codroipo (Udine) e il Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia (Pordenone) presentano la mostra Pier Paolo Pasolini. Sotto gli occhi del mondo, a cura di Silvia Martín Gutiérrez, organizzata da ERPAC – Ente Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia, in occasione del centenario dalla nascita del grande artista, poeta, scrittore, intellettuale e regista italiano. Con oltre 170 ritratti inediti e rari di Pier Paolo Pasolini (Bologna, 1922 – Roma, 1975), l’esposizione riporta alla luce interi servizi fotografici – fino ad oggi misconosciuti – puntando soprattutto sui grandi fotografi stranieri (alcuni di eccezionale fama, come Richard Avedon, Herbert List, Henri Cartier-BressonJerry BauerJonas MekasLütfi Özkök, Erika Rabau, Duane MichalsPhilippe Koudjina, Marli Shamir e tanti altri) e sui luoghi, i momenti e gli incontri che hanno contraddistinto la vita di Pasolini, restituendone l’immagine di uomo e artista nel mondo, fissata per sempre in decine e decine di pose diverse.
Al Centro Studi Pier Paolo Pasolini (via G. Pasolini, 4 – Casarsa Della Delizia (PN)) sarà presentato il percorso sulle case romane di Pasolini.

ragazza con aureola capelli raccolti vestito blu con grandi maniche a palloncino e gonna bianca che tiene fiore in mano davanti a paesaggio di campi con lago sul fondo
©Valentina Vannicola

VALENTINA VANNICOLA

ADORATO PAESAGGIO

9 luglio 2022-23 giugno 2023

Centro Fotografico Città della Pieve
Via Francesco Melosio, 20/26 – Città della Pieve (PG)

da Gio. a Do. 10-13
da Gio. a Sa. 15,30-19,30

Ingresso Libero

email: fotografiacittadellapieve@gmail.com
tel: (+39) 0578 299 220


Adorato Paesaggio nasce dall’invito che il Laboratorio di cultura fotografica di Città della Pieve ha rivolto a Valentina Vannicola per ragionare intorno al territorio pievese attraverso la pratica della staged photography.

http://www.fotografiacittadellapieve.it/home/portfolio/9-07-2022-adorato-paesaggio/