ALTRO CENTRO NORD

ragazza con aureola capelli raccolti vestito blu con grandi maniche a palloncino e gonna bianca che tiene fiore in mano davanti a paesaggio di campi con lago sul fondo
©Valentina Vannicola

VALENTINA VANNICOLA

ADORATO PAESAGGIO

9 luglio 2022-23 giugno 2023

Centro Fotografico Città della Pieve
Via Francesco Melosio, 20/26 – Città della Pieve (PG)

da Gio. a Do. 10-13
da Gio. a Sa. 15,30-19,30

Ingresso Libero

email: fotografiacittadellapieve@gmail.com
tel: (+39) 0578 299 220


Adorato Paesaggio nasce dall’invito che il Laboratorio di cultura fotografica di Città della Pieve ha rivolto a Valentina Vannicola per ragionare intorno al territorio pievese attraverso la pratica della staged photography.

http://www.fotografiacittadellapieve.it/home/portfolio/9-07-2022-adorato-paesaggio/ 

foto di gruppo con uomini e donne sorridenti
©Mostra Casarsa negli anni di Pasolini

CASARSA NEGLI ANNI DI PASOLINI

La Terra di Rùstic Amour e le memorie fotografiche di una comunità (1930 – 1950)

9 luglio-11 settembre 2022

Centro Studi Pier Paolo Pasolini
via Guido Alberto Pasolini, 4 – Casarsa della Delizia (PN)

da Ma. a Ve. 15-19
Sa. Do. e festivi 10,30-12,30 e 15-19

Ingresso Libero

email: info@centrostudipierpaolopasolinicasarsa.it
tel. (+039) 0434 870593


Le testimonianze fotografiche di Pier Paolo Pasolini riferibili ai suoi anni trascorsi a Casarsa, in Friuli, nel paese della madre, non sono molte e si riferiscono in particolare alla sua passione per il calcio, alle gite in bicicletta con gli amici, all’attività pedagogica con i ragazzi dell’Academiuta di lenga furlana o con gli allievi della scuola media di Valvasone. Al fine di restituire le immagini di quegli anni lontani, il Circolo Fotografico f/64 propone, con il sostegno della Pro Loco e del Centro Studi Pier Paolo Pasolini, una raccolta di fotografie d’epoca recuperate presso le famiglie del paese e impaginate in un racconto per temi: la guerra, i bombardamenti aerei, il lavoro nei campi, la vendemmia, le sagre, il carnevale, le funzioni religiose, i matrimoni.

http://www.centrostudipierpaolopasolinicasarsa.it/

Collage composto da due fotografie di una bambina bionda bianca sorridente e un'altra nera castana che piange
©Ugur Gallenkus

UGUR GALLENKUS

PARELLEL UNIVERSES OF WAR AND PEACE

1 luglio – 4 settembre 2022

Palazzo Tadea
Piazza Castello – Spilimbergo (PN)

da Me. a Ve. 16-20
Sa. e Do. 10,30-12,30 e 16-20

Ingresso Gratuito

Info:
https://www.craf-fvg.it/mostra-2022-1691-parellel-universes-of-war-and-peace.php


 

Secondo appuntamento nell’ambito del Festival Friuli Venezia Giulia Fotografia 2022. L’artista Ugur Gallenkus espone i suoi collage creati attraverso immagini che trova nel web e che poi ricompone mixandole tra loro. Il suo scopo è di mettere a confronto mondi e situazioni sociali agli antipodi tra loro, ponendo l’accento sulle forti differenze come ricchezza e povertà, guerra e pace o benessere e sofferenza.

dettaglio di criniera di cavallo bianco
©Valentina Iaccarino e Pietro Peressutti

VALENTINA IACCARINO e PIETRO PERESSUTTI

RAMONIKA

30 giugno-28 agosto 2022

ISK Istituto per la cultura slovena
Via Alpe Adria, 67 – San Pietro al Natisone (UD)

Tutti i giorni 10-13 e 14,30-17,30

tel: +39 0432 727490
email: isk.benecija@yahoo.it


Il percorso espositivo è composto da 20 opere fotografiche originali che raccontano le Valli del Natisone, terra di frontiera tra Italia e Slovenia. Ramonika, che definisce il termine fisarmonica in dialetto beneciano, funge da preludio al lavoro visivo di Iaccarino-Peressutti. Un progetto iniziato nel 2019, dopo circa dieci anni di assidua frequentazione del territorio. Con un ritmo cadenzato, come l’alternarsi dei movimenti di una fisarmonica e in relazione al tema di confine, dal titolo orbitano una serie di metafore che circoscrivono le fotografie realizzate.

https://www.iskbenecija.eu/dogodki/

Locandina Fabiano Ventura
©Locandina Fabiano Ventura

FABIANO VENTURA

Earth’s Memory, i ghiacciai testimoni della crisi climatica.

17 giugno-18 novembre 2022

Forte di Bard
Via Vittorio Emanuele II, 85 – Bard (AO)

da Ma. a Ve. 10-18
Sa. Do. e festivi 10-19
Ad agosto aperto Lunedì

I ghiacciai raccontano il nostro passato e il nostro futuro. La mostra Earth’s Memory presenta in anteprima mondiale i risultati del progetto Sulle tracce dei ghiacciai, un viaggio fotografico-scientifico ideato e diretto dal fotografo Fabiano Ventura. Earth’s Memory raccoglie un percorso lungo 13 anni, nato per documentare e mostrare gli sconvolgenti effetti dei cambiamenti climatici sul pianeta.
Attraverso la rappresentazione fotografica dei ghiacciai, grazie alla forza delle immagini contemporanee e al raffronto con le identiche inquadrature immortalate dai grandi maestri del passato prima della crisi climatica, la mostra comunica in modo inequivocabile gli effetti del riscaldamento globale sugli ecosistemi, proponendo al visitatore un’intensa riflessione sul rapporto che lega l’uomo e l’ambiente naturale.
Promossa e organizzata dal Forte di Bard.

Dalai Lama seduto davanti ad una finestra che guarda in alto con le mani dietro la testa
©Raghu Rai/Magnum Photos

VIVERE IN ALTO

Uomini e montagne dai fotografi di Magnum.
Da Robert Capa a Steve McCurry.

16 giugno-9 ottobre 2022

Castello di Caldes
Borgo Castello – Caldes (TN)

da Ma. a Do. 10-18
dal 18 luglio al 29 agosto aperto anche lunedì

Biglietto Intero 8€
info e riduzioni:
https://www.buonconsiglio.it/index.php/it/Castel-Caldes/Informazioni

Tel. +39. 0461 497160


Tematica cardine sarà, per questa iniziativa il rapporto fra le persone e le montagne. Protagonista assoluta sarà la montagna osservata, vissuta e raccontata dai grandi interpreti dell’Agenzia Magnum Photos, fondata nel 1947 ed ancora oggi attiva. Verranno raccolte circa 100 fotografie che esploreranno vari aspetti di questo rapporto uomo-natura permettendo così di fornire uno spaccato completo di questa relazione.
Mostra a cura Andrea Holzherr e Marco Minuz.

https://www.buonconsiglio.it/index.php/it/Castel-Caldes

immagine di due lampioncini e un pilastro davanti a paesaggio con alberi e montagna
©Valentina Giacomini

VALENTINA GIACOMINI

“All roads lead to Edo”

11 giugno-9 ottobre 2022

Civico Museo d’Arte Orientale
Via S. Sebastiano, 1 – Trieste

da Gio. a Do. 10-17

Ingresso Gratuito

tel: +39 040 322 07 36
email: museoarteorientale@comune.trieste.it


La mostra intende proporre al pubblico il progetto fotografico di Valentina Giacomini, nato dal forte impatto che ha avuto su di lei una delle più famose opere del pittore giapponese Utagawa Hiroshige (1797-1858) conosciuta come Le 53 stazioni di posta del Tōkaidō.Liberamente ispirata dai suoi dipinti, nelle tappe del Tōkaidō che ha avuto la possibilità di visitare fino ad oggi, seguendo il tragitto da Tōkyō a Kyōto, ha cercato di ridare idealmente vita, attraverso la sua visione fotografica, all’atmosfera evocata dalle stampe originali dell’epoca.

https://museoarteorientaletrieste.it/all-roads-lead-to-edo/

ritratto di Andy Warhol con occhiali e giacca di pelle
©Greg Gorman

GREG GORMAN

It’s not about me

7 giugno-30 settembre 2022

Gatsch Hof
39050 Fiè allo Sciliar (BZ)

da Ma. a Ve. 18,30-19,30

Info:
Ass. Turistica Fiè allo Sciliar

Greg Gorman è noto per le sue immagini mozzafiato e indimenticabili. Nel corso degli ultimi 50 anni, ha accumulato un lavoro di una vita apparentemente infinita, impressionante e inconfondibile, che si distingue per la migliore fotografia di ritratto e di star. Il suo segreto: l’uso magistrale della luce e la concentrazione illimitata sul suo soggetto.
La mostra non solo presenta le icone di Gorman, ma fornisce anche una buona panoramica della sua brillante fotografia di ritratto. Dalle star di Hollywood ad artisti e musicisti famosi: I suoi ritratti sono pietre miliari della fotografia contemporanea.
bambina cinese in bicicletta con tanti palloncini bianchi
©Danilo De Marco

DANILO DE MARCO

Un tempo in Cina

27 maggio-4 settembre 2022

Chiesa di San Lorenzo
Via Pomponio Amalteo, 27 San Vito al Tagliamento (Udine)

Sa. e Do. 10,30-12,30 e 15,30-19

Ingresso Libero


Primo appuntamento della 36esima edizione del Friuli Venezia Giulia Fotografia 2022 dal titolo “Pezzi Unici”, a cura del CRAF –  CENTRO DI RICERCA ED ARCHIVIAZIONE DELLA FOTOGRAFIA.
La rassegna proseguirà nei prossimi mesi con le mostre di Maurizio Galimberti a Pordenone e Ugur Gallenkus e Joe Sartore a Spilimbergo.
Programma: https://www.craf-fvg.it/mostra-2022-1685-friuli-venezia-giulia-fotografia-2022-pezziunici.php

Ugo Mulas fotografa lo scultore inglese Phillip King
©Mario Sillani Djerrahian

ARTISTA+ARTISTA

VISIONI CONTEMPORANEE

14 maggio-18 settembre 2022

Galleria Regionale d’Arte contemporanea Luigi Spazzapan
Via Marziano Ciotti 51, Gradisca d’Isonzo (GO)

da Me. a Do. 10-13 e 15-19

email: galleriaspazzapan@regione.fvg.it
tel: +39 0481 960816


La Galleria Regionale d’Arte contemporanea Luigi Spazzapan di Gradisca d’Isonzo presenta la mostra Artista + Artista. Visioni contemporanee, curata da Lorenzo Michelli e organizzata da ERPAC FVG – Ente Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia.
La mostra si inserisce nel più ampio progetto espositivo dedicato al tema dell’autoritratto e del ritratto d’artista, promosso e sviluppato da ERPAC in questi mesi su tre sedi espositive: al Magazzino delle Idee di Trieste (Io, lei, l’altra. Ritratti e autoritratti fotografici di donne artiste), a Palazzo Attems Petzenstein di Gorizia (Riflessi. Autoritratti nello specchio della storia) e alla Galleria Spazzapan.

https://musei.regione.fvg.it/index.php?page=it/mostre/mostre_future_ed_in_corso/artista_artista/ 

donna in un prato a torso nudo con ali dietro la schiena e gonna nera che appende uccelli ad un filo
©Roberto Kusterle

KUSTERLE, COMPENDIUM

29 aprile-1 ottobre 2022

Palazzo Attems Petzenstein
Piazza Edmondo De Amicis, 2 Gorizia

da Ma. a Do. 10-18
Biglietto Intero: 6€
email: musei.erpac@regione.fvg.it –
tel: +39 0481 385335


La prima antologica dedicata all’opera del fotografo goriziano Roberto Kusterle, classe 1948.In mostra si potrà ripercorrere quasi mezzo secolo di carriera, a partire dai primissimi anni Ottanta del Novecento sino ai giorni nostri, grazie a 230 opere tra dipinti, disegni, sculture, installazioni, video, fotografie analogiche e digitali, molte delle quali provenienti dall’archivio dell’artista ed esposte per la prima volta.
Curata da Angelo Bertani e  Alessandro Quinzi.

https://musei.regione.fvg.it/index.php?page=it/mostre/mostre_future_ed_in_corso/kusterle/mostra_2448_kusterle_compendium.html