EMILIA ROMAGNA

Simona Ghizzoni - Ferrara foto a colori di donna con vestito rosso che si arrampica su roccia nera
©Simona Ghizzoni

SIMONA GHIZZONI – FERRARA

“ISOLA”

26 novembre 2022-26 febbraio 2023

MLB Gallery
Corso Ercole I d’Este, 3 – Ferrara

dal Lu. a Ve. 15-18
Sa. 15-19 visite guidate gratuite
Do. visite riservate a piccoli gruppi di collezionisti, giornalisti
direttori di museo, classi di ogni ordine di scuola e corsi universitari

dal 22 dicembre al 5 gennaio aperta solo su prenotazione

Ingresso Libero

tel. 346 7953757 – 331 4089660
email: mlb@mlbgallery.com


Inaugura sabato 26 novembre alle 17 alla MLB Maria Livia Brunelli di Ferrara la mostra “Isola” di Simona Ghizzoni (Reggio Emilia, 1977), fotografa, artista visuale e attivista per i diritti delle donne, Presidente quest’anno della giuria europea del World Press Photo, che ha vinto per ben due volte.
In esposizione, per la prima volta riunite, un nutrito numero di opere della serie “Isola”, realizzate nell’arco di tre anni e in diverse località: scatti intimisti, di grande poesia, che vedono l’artista immersa nella natura. Si va dall’autoritratto nelle vesti di Ofelia, a quello dove la minuscola figura dell’artista si staglia sullo sfondo scuro di un vulcano come a evocare la memoria di un sublime romantico; dai paesaggi notturni illuminati dalle lucciole agli interni domestici silenziosi dove tutto sembra in attesa. Nelle nature morte l’effetto è fortemente scenografico: rimanda a Caravaggio, a Zurbaran, ma a volte il memento mori si unisce al quotidiano con sorprendente ironia.

https://www.mlbgallery.com/eventi/news/isola-di-simona-ghizzoni-alla-mlb

Frida Kahlo Riccione ritratto in bianco e nero dell'artista Frida Kahlo
©Guillermo Kahlo

FRIDA KAHLO – RIMINI

Frida Kahlo: una vita per immagini

26 novembre 2022-1 maggio 2023

Villa Mussolini
Viale Milano, 31 Riccione

da Ma. a Ve. 10-13 e 15-18
Sa. Do. e festivi 10-19

Biglietto Intero 12€
Info e riduzioni:
https://www.civita.art/mostre/frida-kahlo-una-vita-per-immagini/

Prenotazioni:
serviziculturali@civita.art


La mostra a cura di Vincenzo Sanfo  inaugura a Villa Mussolini in una data importante e simbolica, il 25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Protagonista della mostra un’artista del Novecento divenuta ormai icona globale che ha saputo influire sul gusto e sulla moda, dettando un suo particolarissimo stile e che ancora oggi è fonte di ispirazione per le nuove generazioni. Attraverso 100 scatti, la mostra, ricostruisce le vicende della vita controcorrente della grande artista messicana, alla ricerca delle motivazioni che l’hanno trasformata in un’icona femminile e pop a livello internazionale.
Le foto sono state realizzate dal padre Guillermo e poi da alcuni dei più grandi fotografi dell’epoca: Leo Matiz, Imogen Cunninghan, Edward Weston, Lucienne Bloch, Manuel e Lola Alvarez Bravo e altri ancora. In questo straordinario “album fotografico” si rincorrono le vicende spesso dolorose ma sempre appassionate di una vita, oltre agli amori, alle amicizie e alle avventure di Frida.

Saro di Bartolo mostra Rimini Locandina
©Locandina mostra

SARO DI BARTOLO – RIMINI

“Anthology. 50 anni di fotografia 1972-2022”

25 novembre 2022-29 gennaio 2023

Museo della Città di Rimini
Via Tonini, 1 – Rimini

Ve. Sa. Do. e festivi 10-13 e 16-19

Ingresso Gratuito

email: musei@comune.rimini.it
tel. 0541 793851


Un’antologia di immagini per viaggiare nella bellezza del mondo e unire popoli e persone, testimoniando anche il diritto universale alla cura del dolore e della sofferenza. Il progetto nasce dalla profonda amicizia che lega il maestro Saro Di Bartolo e Fondazione ISAL, nata nel 1993 come Istituto di Ricerca e Formazione in Scienze Algologiche con lo scopo sia di promuovere la ricerca e la formazione sul dolore cronico, sia per dare un sostegno alle persone che ne sono affette.

https://bit.ly/3EYIg2P

Unpredictable Certainty di Henri Airo, Gabriele Chiapparini & Camilla Marrese locandina mostra
©Locandina mostra

UNPREDICTABLE CERTAINTY – BOLOGNA

24 novembre 2022-12 gennaio 2023

PhMuseum Lab
Via Paolo Fabbri, 10/2a – Bologna

Gio. 17,30-19,30

Ingresso Gratuito

email: info@phmuseumlab.com


Utilizzando fotografia e immagini d’archivio Henri Airo inizia una ricerca per comprendere il modo in cui la polizia e i media hanno affrontato l’incidente stradale che 10 anni fa ha tolto la vita a sua sorella. Usando una strategia simile, Camilla Marrese e Gabriele Chiapparini ripercorrono invece l’incidente aereo che coinvolse una scuola di Casalecchio di Reno togliendo la vita a 12 studenti e lasciando altre 88 persone ferite. Entrambi i lavori speculano e lasciano domande aperte che rappresentano uno strumento per riflettere sulla severa precisione del caso. Ogni indagine mostra un legame stretto con quesiti attuali sulla natura ontologica ed epistemologica della fotografia. Gli autori giocano implicitamente con l’obiettività del mezzo fotografico, lasciandoci meditare su un linguaggio in continua evoluzione dove verità e post-verità coesistono.

https://phmuseumlab.it/eventi/mostra-unpredictable-certainty

Roger Deakins Bologna foto in bianco e nero di figura di cane che salta su una spiaggia con mare agitato e cielo grigio
©Roger Deakins

ROGER DEAKINS – BOLOGNA

“BYWAYS”
Le fotografie di Roger Deakins

17 novembre 2022-15 gennaio 2023

Sottopasso di Piazza Re Enzo – Bologna

da Lu. a Ve. 14-20
Sa. e Do. 10-20
Martedì Chiuso

Ingresso libero

tel. 051 2194150
email: bookshop@cineteca.bologna.it


Al via mostra dedicata ad uno dei maestri della luce del cinema contemporaneo Roger Deakins: dagli inizi nell’Inghilterra della British Renaissance alla lunga e fortunata collaborazione con i fratelli Coen, fino al sodalizio con Sam Mendes, coronato dall’Oscar per il vero-falso piano sequenza lungo un intero film di “1917″. Il grande direttore della fotografia, a Bologna per l’inaugurazione della mostra, introdurrà alcune delle proiezioni e mercoledì 16 firmerà copie del suo libro Byways.
A cura di James Ellis Deakins.

Info e programma delle proiezioni e incontro con l’artista:
https://cinetecadibologna.it/news/roger-deakins-la-mostra/

Laurent Chéhère Bologna foto a colori di palazzo sospeso nel cielo
©Laurent Chéhère

LAURENT CHEHERE – BOLOGNA

“FLYING HOUSES”

12 novembre-8 dicembre 2022

Forni Galleria d’Arte
via Farini, 26/F – Bologna

da Ma. a Ve. 10,30-13 e 15-19
Sa. 10,30-13 e 16-19,30

Ingresso Libero

tel. +39 051 231589
email: forni@galleriaforni.com


Iniziata nel 2006, la serie Flying Houses è una visione poetica di Parigi attraverso la quale l’autore interroga la sua epoca, riflessioni documentarie, estetiche e intime. Ispirato ai quartieri poveri e cosmopoliti della capitale francese, Chéhère isola gli edifici dal loro contesto urbano e li libera dall’anonimato della strada per raccontare la vita, i sogni e le speranze di chi li abita. Un immane lavoro in post-produzione vede l’abilità dell’autore nell’assemblare fotomontaggi di centinaia di frammenti come in un puzzle. I grandi formati di stampa consentono all’osservatore di scoprire dettagli nascosti. Da lontano le opere fotografiche di Chéhère appaiono infatti surreali e sognanti.

https://www.galleriaforni.com/mostre/flying-houses/ 

Giovanni pascoli Fotografo locandina mostra
©Locandina

GIOVANNI PASCOLI FOTOGRAFO

“DELL’ETEREO SOLE”

22 ottobre 2022-28 maggio 2023

Villa Torlonia – Sala delle Tinaie
Via Due Martiri, 2 – San Mauro Pascoli (FC)

da Ma. a Do. 9.30-12.30 e 15.30-18.30
Chiuso i lunedì non festivi.

tel. 0541 936070
email: parcopoesiapascoli@comune.sanmauropascoli.fc.it


Per la prima volta una grande mostra fotografica indaga e racconta un aspetto inedito e curioso del Poeta di San Mauro che amava talmente tanto questa novità tecnologica del suo tempo da arrivare ad averne oltre un migliaio di fotografie nell’arco della sua vita. La mostra si concentrerà sul racconto poetico di Pascoli attraverso le fotografie: l’allestimento ricreerà un ambiente domestico, che riporterà il visitatore al periodo di inizio Novecento. Saranno riproposte in grande formato le fotografie di Giovanni Pascoli, scattate per lo più in ambiente domestico: il Poeta nel cortile di casa, colto in situazioni di vita quotidiana, come una sorta di selfie scattati a fermare la vita che scorre nella casa di campagna.

https://parcopoesiapascoli.it/project/giovanni-pascoli-fotografo/ 

la prima notte di quiete foto in bianco e nero di primo piano l'attore Alain Delon di profilo con sigaretta in bocca e cappotto con il bavero rialzato
©Archivio fotografico Davide Minghini

LA PRIMA NOTTE DI QUIETE

35 scatti per ricordare i 50 anni del film

21 ottobre-26 dicembre 2022

Palazzo del Fulgor
Via Giuseppe Verdi, 16 – Rimini

da Ma. a Do. e festivi 10-19

Biglietto Intero 12€

tel: +39 0541 793781

email: museofellini@comune.rimini.it


Nell’ottobre 1972 esce nelle sale La prima notte di quiete di Valerio Zurlini. È interpretato da Alain Delon, Sonia Petrovna, Giancarlo Giannini, Adalberto Maria Merli, Salvo Randone, Lea Massari, Alida Valli e Renato Salvatori.
Special Guest la città di Rimini, nella quale il film fu interamente ambientato, in una sua affascinante versione malinconica e invernale. Immagini provenienti dal fondo Minghini della Biblioteca Gambalunga e da Reporters Associati & Archivi.

https://www.fellinimuseum.it/la-prima-notte-di-quiete/

italia in attesa dodici racconti fotografici scultura bianca di cavallo in piazzale di cemento circondato da vegetazione
©Silvia Camporesi

ITALIA IN ATTESA

MOSTRE TERMINATE

DODICI RACCONTI FOTOGRAFICI

15 ottobre 2022-8 gennaio 2023

Palazzo del Mosto
Via Mari, 7 – Reggio Emilia

da Ve. a Do. e festivi 10-19

Biglietto Intero 10€
info e riduzioni:
https://www.palazzomagnani.it/exhibition/italia-in-attesa/

tel. + 39 0522  44 44 46
email: info@palazzomagnani.it


Dodici fotografi italiani di fama internazionale incrociano il loro sguardo in luoghi del paesaggio urbano ed exrtra-urbano senza la presenza dell’uomo. L’occasione, eccezionale e – auspicabilmente – irripetibile, è stata offerta dal primo lockdown causato dal Covid: un tempo sospeso dove anche lo spazio, l’architettura e l’ambiente diventano “altro” quando l’uomo non li abita. I fotografi sviluppano, ognuno con il proprio stile e la propria sensibilità, un’analisi visiva dell’impatto antropico sul paesaggio, sulle relazioni tra cultura e natura, architettura e ambiente in alcuni luoghi (sia iconici che non) italiani.

Colorno Photo Life Acqua fonte di vita bambina africana con lungo telo bianco sulla testa che guarda in camera abbracciata ad altre donne sempre con velo bianco di spalle
©Marco Gualazzini

COLORNO PHOTO LIFE

“Acqua, fonte di vita“

14-16 ottobre 2022
Le mostre continueranno dal 17 ottobre 2022 al 10 aprile 2023
Consultare il programma per date sedi e orari:
https://www.colornophotolife.it/ 

Sedi Varie – Colorno (Parma)

Biglietto mostre Reggia di Colorno:
Intero 10€
Info e riduzioni:
https://www.colornophotolife.it/mostre.aspx

email: info@colornophotolife.it
tel. 3485259409


Dal 14 al 16 ottobre 2022 a Colorno (Parma) torna il festival fotografico che cerca di proporre “radici e nuove frontiere” attraverso il suo nutrito programma di mostre, workshop ed eventi. Il tema dell’edizione 2022, che si svolgerà da venerdì 14 a domenica 16 ottobre a Colorno (Parma), è “Acqua, fonte di vita“, scelta  che vuole sensibilizzare sull’importanza dell’ambiente in cui viviamo e di questi tempi non può lasciare certo indifferenti. Le mostre saranno allestite all’interno dello spazio museale MUPAC dell’Aranciaia e della Reggia, inoltre come avviene ormai da alcuni anni, gli spazi commerciali della cittadina saranno arricchiti dalla presenza di numerose esposizioni di opere a portfolio.Curato da Gigi Montali (Presidente  Color’s Light Colorno), Silvano Bicocchi (Direttore dip. Cultura FIAF), Loredana De Pace (giornalista e curatrice) e Antonella Balestrazzi (Presidente Antea Progetti).

Giochi di verità. Rappresentazione, ritratto, documento. foto in bianco e nero con mezzo busto di uomo seduto su una poltrona con le mani sui braccioli vestito con giacca bianca senza collo e con in testa, una testa di asino
©Meris Angioletti Courtesy Collezione Donata Pizzi

GIOCHI DI VERITA’

RAPPRESENTAZIONE, RITRATTO, DOCUMENTO

8 ottobre 2022-15 gennaio 2023

Castello Campori
Piazza Fratelli Sassi, 2 – Soliera (MO)

Sa. Do. e festivi 9.30-13 e 15-19.30

Ingresso Gratuito

tel. +39 059 568580
email: info@fondazionecampori.it


Spazio alla fotografia e alle autrici italiane al Castello Campori con la mostra Giochi di verità. Rappresentazione, ritratto, documento, curata da Marcella Manni con opere provenienti dalla Collezione Donata Pizzi. Il percorso espositivo, pensato e realizzato per gli spazi del Castello, comprende oltre 80 fotografie che portano la firma di Paola Agosti, Tomaso Binga, Lisetta Carmi, Silvia Camporesi, Libera Mazzoleni, Marinella Senatore, Silvia Rosi, Elisabetta Catalano, Liliana Barchiesi, Betty Bee, Luisa Lambri, Ottonella Mocellin, tra le altre. Lungo un arco temporale di oltre cinquant’anni (dal 1965 ad oggi), la mostra ripercorre momenti significativi della fotografia italiana mettendo in luce le evoluzioni concettuali, estetiche e tecnologiche che si sono sviluppate negli ultimi decenni. La centralità del corpo, il rapporto tra memoria privata e collettiva, le dinamiche e i riti della vita familiare, sono elementi costitutivi e identitari che si leggono oltre le singole voci delle artiste e i momenti storici in cui sono vissute o vivono e operano.

https://www.solieracastelloarte.it/eventi/giochi-di-verita-%c2%b7-rappresentazione-ritratto-documento/ 

Steve McCurry Animals deserto con in lontananza gruppo di cammelli con alle spalle cielo completamente ricoperto da fumo nero e fuoco
©Steve McCurry

STEVE McCURRY

ANIMALS

8 ottobre 2022-12 febbraio 2023

Palazzo Belloni
Via de’ Gombruti, 13/a – Bologna

da Me a Ve. 10-18
Sa. 10-19
Do. 10-18

Biglietto Intero 14€

email: info@mostramccurry.com
tel. 051 19907866


La mostra risalta il fotografo delle emozioni, che cattura l’essenza nello scatto, rendendo le sue immagini opere d’arte indimenticabili.Maestro dell’uso del colore, dell’empatia e dell’umanità, volge lo sguardo nel suo ultimo lavoro ai nostri compagni di viaggio più fedeli.  Nasce così “ANIMALS”. In mostra gli animali saranno protagonisti di sessanta scatti iconici, che racconteranno al visitatore le mille storie di una vita quotidiana dove uomo e animale sono legati indissolubilmente. Un affresco corale dell’interazione e della condivisione, che tocca i temi del lavoro e del sostentamento che l’animale fornisce all’uomo, delle conseguenze dell’agire dell’uomo sulla fauna locale e globale, dell’affetto che l’essere umano riversa sul suo pet, qualunque esso sia. Animali da lavoro, usati come via alla sopravvivenza, animali talvolta sfruttati come unica risorsa a una condizione di miseria, altre volte amati e riconosciuti come compagni di vita per alleviare la tristezza o, semplicemente, per una forma di simbiotico affetto.
A cura della Dottoressa Biba Giacchetti in collaborazione con SudEst57.

https://mostramccurry.com/

image capital, dettaglio di una serra con fila di orchidee bianche in vasi di plastica trasparente
©Armin Linke

IMAGE CAPITAL

La fotografia come tecnologia dell’informazione

22 settembre 2022-8 gennaio 2023

MAST
Via Speranza, 42 – Bologna

da Ma. a Do. 10-19
Giovedì 22 settembre apertura h. 15

Ingresso gratuito

Info. spazi espositivi :
email gallery@fondazionemast.org


La mostra IMAGE CAPITAL, curata da Francesco Zanot, allestita negli spazi espositivi del MAST, è la risultanza della collaborazione tra il grande fotografo Armin Linke e la storica della fotografia Estelle Blaschke, ricercatrice dell’Università di Basilea.
Un progetto visivo e di ricerca che ha richiesto oltre quattro anni di lavoro e racconta una storia della fotografia diversa: quella dei suoi innumerevoli utilizzi pratici e della sua funzione come tecnologia dell’informazione. La mostra IMAGE CAPITAL, al MAST di Bologna dal 22 settembre all’8 gennaio 2023, è un ambizioso progetto artistico che investiga la fotografia come sistema di creazione, elaborazione, archiviazione, protezione e scambio di informazioni visive: un vero e proprio capitale il cui possesso corrisponde a un autentico vantaggio strategico.
Il fotografo Armin Linke e la storica della fotografia Estelle Blaschke, ricercatrice dell’Università di Basilea, esplorano attraverso immagini, testi e altri materiali le diverse modalità attraverso cui la fotografia viene utilizzata all’interno di differenti tipologie di processi di produzione, in particolare in ambito scientifico, culturale e industriale: grazie alla fotografia, infatti, i sistemi di comunicazione e di accesso alle informazioni sono migliorati esponenzialmente fino a consentire lo sviluppo delle industrie globali e di vasti apparati governativi.

https://www.mast.org/home

civilization vivere sopravvivere buon vivere primo piano di uomo con il volto semicoperto dalla mano appoggiata su un vetro appannato
©Michael Wolf

CIVILIZATION

VIVERE, SOPRAVVIVERE, BUON VIVERE.

17 settembre 2022-8 gennaio 2023

Musei San Domenico
Piazza Guido da Montefeltro, 12 – Forlì (FC)

da Ma. a Do. 9.30-19

Biglietto Intero 13€
Info aperture straordinarie e riduzioni:
https://mostracivilization.it/informazioni/


Civilization: vivere, sopravvivere, Buon Vivere è un grande progetto artistico e culturale internazionale che riunisce circa trecento immagini di oltre centotrenta fotografi provenienti da cinque continenti sui temi del presente e del futuro del mondo contemporaneo, sempre più caratterizzato dai fenomeni della interconnessione e della globalizzazione. Curata da William A. Ewing e Holly Roussell coadiuvati da Justine Chapalay. Il coordinamento della edizione di Forlì è a cura di Walter Guadagnini, Monica Fantini e Fabio Lazzari.

https://mostracivilization.it/

festivalfilosofia 2022 foto in bianco e nero con tre detenuti durante l'ora d'aria a torso nudo con molti tatuaggi sul petto e braccia.uno dei tre fa delle flessioni tirandosi su con la sbarra di una finestra mentre gli altri due lo guardano
©Valerio Bispuri

FESTIVALFILOSOFIA 2022

GIUSTIZIA

16-17 e 18 settembre 2022
ALCUNE MOSTRE CONTINUERANNO da settembre 2022 a febbraio 2023
Consultare il programma specifico delle mostre di arte e fotografia:
https://www.festivalfilosofia.it/programma-creativo

Sedi Varie – Modena, Carpi e Sassuolo

Ingresso Libero

Tel. 059 2033382
email: info@festivalfilosofia.it

Info, sedi orari e programma generale:
https://www.festivalfilosofia.it/


Il festivalfilosofia 2022 cambia per tre giorni il volto delle città di Modena, Carpi e Sassuolo allestendo spazi aperti, comuni e diffusi di formazione e di conversazione. Cinquanta lezioni magistrali di protagonisti della scena culturale italiana e internazionale articolano a ogni edizione una parola-chiave che rinvia a questioni fondamentali della discussione filosofica e a esperienze cruciali della condizione contemporanea. Un ampio programma creativo di mostre e installazioni, spettacoli dal vivo e concerti, giochi e laboratori, film e cene filosofiche offre vie d’accesso ai temi spesso sorprendenti, per segnalare le connessioni virtuose tra le forme della riflessione e quelle della creazione artistica.

https://www.festivalfilosofia.it/

prospero cravedi fotografo foto in bianco e nero con ragazzi sorridenti che spingono per entrare al concerto di mina e poliziotti anche loro sorridenti che cercano di contenerli
©Prospero Cravedi

PROSPERO CRAVEDI FOTOGRAFO

Tempi e volti di una comunità.
Dagli anni ’50 agli anni ’70.

9 settembre-15 ottobre 2022
Prorogata fino al 13 novembre 2022

Complesso di Santa Chiara
Str.ne Farnese, 11 – Piacenza

da Ma. a Ve. 16-19.30
Sa. e Do. anche 10.30-12.30

Ingresso Libero

email: info@lafondazione.com

tel: +39 0523 311111


Prospero Cravedi, fotografo – Tempi e volti di una comunità è la grande mostra che dal 9 settembre al 15 ottobre, nell’ex convento al civico 11 dello Stradone Farnese, la Fondazione di Piacenza e Vigevano organizza a conclusione della serie di iniziative “Le notti di Santa Chiara”, con cui ha inteso celebrare i suoi primi trent’anni di attività.
Curata dal professor Paolo Barbaro del Centro Studi e Archivio della comunicazione dell’Università di Parma – e arricchita da una serie di incontri-racconti collaterali sulla vita piacentina, che in cinque tappe ne ripercorreranno eventi sociali, artistici e sportivi –, la mostra non è solo una sorta di tributo all’opera di Cravedi, che fino alla sua scomparsa nel 2015 da dietro l’obiettivo ha raccontato i protagonisti e la gente comune, i grandi eventi e la quotidianità: è un percorso a ritroso attraverso decenni di una intera comunità.

https://www.lafondazione.com/prospero-cravedi-fotografo-tempi-e-volti-di-una-comunit%C3%A0-3377.html

Oliver Pin-Fat foto in bianco e nero molto mossa di donna nuda sdraiata di spalle con folti capelli neri
©Oliver Pin-Fat

OLIVIER PIN-FAT

“BONES APART”

11 giugno-17 dicembre 2022

Unsocial Studio Gallery
Via A.Scarpa 9/A – Modena

Sa. 16-19
oppure su appuntamento

tel. +39 059 9780791 – cel. +39 349 6453759
email: info@unsocialstudio.com


Non volevo parlare di fotografia e invece l’ho fatto anche se la mia intenzione era di parlare di Olivier. Parlare di fotografia in sé non mi interessa ma quando il mezzo capita nelle mani giuste tutto cambia e il senso della pratica fotografica rinvigorisce. Olivier crea il suo linguaggio usando un primordiale alfabeto di resti. Ha una lingua affilata, che lascia il segno e si articola nel sogno. Non conosce mediocrità, si alimenta di tensione, genera energia, caos e poi un misterioso ordine. Non teme l’assurdo. La sua traccia è profonda, il suo cuore è generoso, la sua mente frenetica. Non fa elemosine ma regali. Esiste con furore.
Lorenzo Castore

http://www.unsocialstudio.com/

interno di casa con tetto e pavimento di legno e infondo due finestre illuminate da luce esterna
©Carlo Valsecchi

CARLO VALSECCHI

BELLUM

1 maggio-31 luglio 2022
Prorogata fino al 31 dicembre 2022

Collezione Maramotti
via Fratelli Cervi, 66 –  Reggio Emilia

Gio. e Ve. 14,30-18,30
Sa. e Do. 10,30-18,30

Ingresso Libero

tel. +39 0522 382484
email: info@collezionemaramotti.org


In concomitanza con il festival Fotografia Europea 2022, Collezione Maramotti presenta Bellum , un nuovo progetto commissionato dall’artista Carlo Valsecchi.
Le 44 fotografie di grande formato di questa serie, tutte visibili nel libro che accompagna la mostra e una ventina nella mostra stessa, raccontano il conflitto ancestrale tra l’uomo e la natura e l’uomo e l’uomo ; la natura usata come difesa dagli altri e la natura come qualcosa da cui difenderci.

https://www.collezionemaramotti.org/en/exhibition-detail/-/valsecchi-mostra/311683

un uomo e due donne di spalle seduti su una ringhiera che guardano montagne innevate dell'Italia in miniatura
©Luigi Ghirri

LUIGI GHIRRI

In scala diversa. Italia in miniatura e nuove prospettive

29 aprile 2022-8 gennaio 2023

Palazzo dei Musei
Via Spallanzani, 1 – Reggio Emilia

Ma. Me. e Gio. 10-13
Ve. Sa. e Do. e festivi 10-18

Ingresso Gratuito

tel. 0522 456477
email:  musei@comune.re.it


 

Nel Trentennale della prematura scomparsa di Luigi Ghirri (Scandiano 1943 – Reggio Emilia 1992), Reggio Emilia ricorda il grande maestro della visione con “In scala diversa. Luigi Ghirri, Italia in miniatura e nuove prospettive”, una mostra a Palazzo dei Musei che riunisce per la prima volta le fotografie di “In Scala”, la serie realizzata da Ghirri a Italia in miniatura, il noto parco tematico situato nelle vicinanze di Rimini nato dal genio di Ivo Rambaldi (1920 – 1993).
A cura di Ilaria Campioli, Joan Fontcuberta e Matteo Guidi.

https://www.musei.re.it/musei2021/

donna di spalle con burka verde con altre due donne in lontananza
©Pino Settanni

PINO SETTANNI

” Le donne di Kabul”.

16 marzo – 31 dicembre 2022

Fondazione Massimo e Sonia Cirulli
Via Emilia, 275 San Lazzaro di Savena  (BO)

Sa. e Do. 11-19
https://fondazionecirulli.org/visita/#
email: info@fondazionecirulli.org


Fondazione Cirulli riapre al pubblico con la mostra: “Le ragazze di Kabul. Nello sguardo del fotografo Pino Settanni”. La selezione di 13 scatti fotografici di grande formato che compongono la mostra son oparte di una campagna fotografica più ampia che il fotografo ha realizzato all’inizio degli anni 2000 quando si trovava in Afghanistan peer conto dell’Esercito Italiano.

https://fondazionecirulli.org/exhibition/le-donne-di-kabul-nello-sguardo-del-fotografo-pino-settanni/

©Paolo Roversi

PAOLO ROVERSI

NUDI – CAPPELLA DI PALAZZO BARONIA

dal 19 luglio 2021-Permanente
Via Raul Gardini, 16 Ravenna

Me. e Sa. 10-13 Gio e Ve 14,30-17,30
info e prenotazione
email: about@maisonrandom.org
http://www.maisonrandom.org/contact.html


Maison Random presenta i famosi nudi di Paolo Roversi considerato il più grande fotografo di moda del 21° secolo. Una serie di pregiate stampe al platino che includono tra gli altri, i ritratti di Kate Moss e Stella Tennant.