PIEMONTE

Robert Capa & Gerda Taro Torino foto in bianco e nero di Robert Capa e Gerda Taro sorridenti seduti in un caffè di Parigi
© Estate Fred Stein, Courtesy International Center of Photography

ROBERT CAPA & GERDA TARO – TORINO

LA FOTOGRAFIA, L’AMORE, LA GUERRA

14 febbraio-2 giugno 2024

CAMERA Centro Italiano per la Fotografia
Via delle Rosine,18 – Torino

Tutti giorni  11-19

Biglietto Intero 12€
Info e riduzioni

tel. +39.011.0881150
email: camera@camera.to


CAMERA presenta Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra, un’altra grande mostra – dopo le personali dedicate a Dorothea Lange e André Kertész – che racconta con circa 120 fotografie uno dei momenti cruciali della storia della fotografia del XX secolo, il rapporto professionale e affettivo fra Robert Capa e Gerda Taro, tragicamente interrottosi con la morte della fotografa in Spagna nel 1937. Curata da Walter Guadagnini e Monica Poggi.

Info Mostra

Ugo Mulas Torino foto in bianco e nero di muro con graffiti e specchio con riflesso un uomo
Ugo Mulas © Eredi Ugo Mulas

UGO MULAS – TORINO

I GRAFFITI DI SAUL STEINBERG A MILANO

14 febbraio-14 aprile 2024

CAMERA Centro Italiano per la Fotografia
Via delle Rosine,18 – Torino

Tutti giorni  11-19

Biglietto Intero 12€
Info e riduzioni

tel. +39.011.0881150
email: camera@camera.to


Nel 1961 Saul Steinberg realizza una straordinaria decorazione a graffito dell’atrio della Palazzina Mayer a Milano, su commissione dello Studio BBPR che ne seguiva la ristrutturazione. Un lavoro importante, che seguiva altre analoghe imprese compiute dal grande disegnatore e illustratore negli Stati Uniti nel corso del decennio precedente. A lavoro compiuto, Steinberg chiede a un giovane Ugo Mulas  di testimoniare l’opera, nella sua interezza e nei particolari. Per aiutare il fotografo nel suo lavoro, l’artista redige anche un breve testo che spiega l’iconografia e il senso del suo lavoro, una riflessione sul labirinto a partire dalla Galleria Vittorio Emanuele di Milano, città nella quale Steinberg aveva vissuto prima della guerra. Nel 1997 la palazzina sarà nuovamente ristrutturata, e i graffiti distrutti: oggi, di quello splendido intervento rimangono solo le fotografie di Ugo Mulas, capaci di restituire insieme il documento dell’opera e la sua interpretazione.

Info Mostra

Non ha l'età Torino foto in bianco e nero di Adriano Celentano di spalle sul palco del festival di sanremo
©Franco Gremignani/Archivio Publifoto

NON HA L’ETA’ – TORINO

IL FESTIVAL DI SANREMO IN BIANCO E NERO
1951-1976

1 febbraio-12 maggio 2024

Gallerie d’Italia
Piazza San Carlo, 156 –  Torino

Biglietto Intero 10€
Info e riduzioni

tel. 800 167 619
email: torino@gallerieditalia.com


La più celebre manifestazione della canzone italiana nasce nel 1951, organizzata dalla Rai di Torino, in tre serate e trasmessa radiofonicamente in presa diretta dal Salone delle Feste del Casinò. I fotoreporter dell’Agenzia Publifoto intuiscono l’importanza della manifestazione e, negli anni in cui l’evento fu ospitato nel Casinò di Sanremo (1951-1976), realizzano circa 15.000 fotografie del Festival. La mostra espone un nucleo di fotografie dell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo, ripercorre gli anni in cui il Festival fu ospitato nel Casinò di Sanremo prima di trasferirsi definitivamente al Teatro Ariston e si sofferma in pochi casi sulle immagini delle esibizioni degli artisti sul palco, per concentrarsi invece sul “fuori scena”.
A cura di Aldo Grasso.

Inge Morath Caraglio foto in bianco e nero di persone con maschere sul viso dentro una macchina
©Inge Morath

INGE MORATH – CARAGLIO

“L’OCCHIO E L’ANIMA”

19 ottobre 2023-25 febbraio 2024
Prorogata fino al 1 aprile 2024

Filatoio di Caraglio
Via Giacomo Matteotti, 40 – Caraglio (CN)

Gio. e Ve. 15-19
Sa. Do. e festivi 10-19

Biglietto Intero 12€
Info e riduzioni

email: info@fondazioneartea.org
tel. 0171 1670042 (Lu.-Ve. 9.30-17.30)


Il profondo e mai convenzionale sguardo sulla realtà di una donna, consacrata fra le più importanti fotografe del XX secolo, guida la mostra monografica “Inge Morath. L’occhio e l’anima” che al Filatoio di Caraglio, dal 19 ottobre al 25 febbraio, celebra, nel centenario dalla nascita, la prima fotogiornalista dell’agenzia Magnum Photos, portando oltre 200 delle sue opere nelle sale dello storico opificio, che per secoli ha impiegato proprio la manodopera femminile nella filatura della seta. Il progetto espositivo, curato da Brigitte Blüml-Kaindl, Kurt Kaindl e Marco Minuz, mira a far emergere tutte le principali esperienze umane e professionali della grande fotografa austriaca, offrendo così la più vasta monografia italiana a lei dedicata. E, per la prima volta in Italia, al Filatoio di Caraglio verrà esposta in esclusiva anche una sezione con fotografie a colori.

Fotografia è donna Saluzzo foto in bianco e nero di bambina che salta
©Olivia Arthur/Magnum Photos

FOTOGRAFIA E’ DONNA – SALUZZO

L’universo femminile in 120 scatti dell’agenzia Magnum Photos
dal Dopoguerra a oggi

13 ottobre 2023-25 febbraio 2024
Prorogata fino al 1 aprile 2024

La Castiglia di Saluzzo
Piazza Castello, 2 – Saluzzo (Cuneo)

Ve. 15-19
Sa. Do. e festivi 10-19

Biglietto Intero 12€
Info e riduzioni


Dal 13 ottobre al 25 febbraio, nell’antico castello, oggi museo, de La Castiglia di Saluzzo, il progetto espositivo “Fotografia è donna” propone un percorso fra le più iconiche immagini sul tema dell’archivio Magnum Photos, realizzate in prima persona da autrici di fama internazionale e da alcuni celebri colleghi che, guardando alla condizione femminile nel mondo, hanno documentato le mutazioni sociali degli ultimi settant’anni. Esposti, fra gli altri, lavori di Eve Arnold, Robert Capa, Cristina De Middel, Elliott Erwitt, Susan Meiselas, Alessandra Sanguinetti. A cura di Walter Guadagnini e  Monica Poggi.

Mostra Fotografia è donna