VENETO

strada in mezzo ad un prato con filare di alberi vista dall'alto
©Cesare Gerolimetto

CESARE GEROLIMETTO

Viaggio sentimentale

13 maggio-31 luglio 2022

Palazzo Sturm
Via Schiavonetti, 40 Bassano del Grappa (VI)

Tutti i giorni, anche festivi: 10-19
Chiuso Martedì

Biglietto Intero 7€
info e riduzioni:
https://www.museibassano.it/informazioni/orari-e-tariffe
tel: +39 0424 519940


Viaggiatore instancabile, Cesare Gerolimetto (Bassano del Grappa, 1939) si avvicina al mondo della fotografia come autodidatta a partire dagli anni Settanta. Osservatore curioso e ironico, con i suoi scatti coglie la poesia del quotidiano con intenso stupore e leggerezza, conducendo l’osservatore per mano alla scoperta del mondo e sottolineandone l’importantza della tutela.

https://www.museibassano.it/mostra/cesare-gerolimetto

donna nuda di profilo con la testa girata e i capelli raccolti
©Giovanni Zuin

GIOVANNI ZUIN

Del corpo il sogno

6-29 maggio 2022

Palazzo Angeli
Prato della Valle, 12 Padova

da Ma. a Do. 16-19

Ingresso Gratuito
tel. 049 8204529 –
email: cultura@comune.padova.it


In esposizione una quarantina di fotografie che raccontano l’originale e poetico percorso di ricerca dell’artista, nel corso della sua carriera.
La mostra si sofferma su una particolare tecnica impiegata da Zuin: la stampa alla gomma bicromata, procedimento inventato intorno al 1850 e che diede origine alla corrente fotografica del Pittoricismo.

https://padovacultura.padovanet.it/it/attivita-culturali/mostra-fotografica-%E2%80%9Cdel-corpo-il-sogno%E2%80%9D

foto astratta
©Jean Hurstel

JEAN HURSTEL

L’œil gourmand

30 aprile-22 maggio 2022

Multimedial Laboratory Art Conservation
Cannaregio, 2589, Fondamenta della Misericordia Venezia

Me. Gio. Ve. 16-20
Sa. 15-20 Do. 11-16
Chiuso Lu. e Ma.
tel: 0033610564251
email: hurstel.roberta@orange.fr


I lavori presentati sono delle macrofotografie realizzate con una ricerca tecnica raffinata e, allo stesso tempo riescono a racchiudere, per trasmetterla al visitatore, l’emozione che Jean Hurstel prova nello scoprire, di volta in volta, l’evoluzione della ricerca.

https://www.facebook.com/MLACincotto/

la fotografa Marianne Brandt con la macchina fotografica riflessa in 3 sfere specchiate
©Marianne Brandt

BIENNALE D’ARTE 2022

“IL LATTE DEI SOGNI”

23 aprile-27 novembre 2022

Arsenale e Giardini della Biennale
Sestiere Castello
Campo della Tana 2169/F Venezia

Biglietto Intero: 25€
Info biglietti e riduzioni:
https://www.labiennale.org/it/arte/2022/informazioni#tickets

tel. 0415218711
email: info@labiennale.org
https://www.labiennale.org/it/luoghi


Sarà aperta al pubblico da sabato 23 aprile a domenica 27 novembre 2022, ai Giardini e all’Arsenale, la 59. Esposizione Internazionale d’Arte dal titolo Il latte dei sogni, a cura di Cecilia Alemani, organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Roberto Cicutto. La Pre-apertura avrà luogo nei giorni 20, 21 e 22 aprile, la Cerimonia di premiazione e inaugurazione si svolgerà il 23 aprile 2022.

La Mostra si articolerà tra il Padiglione Centrale ai Giardini e l’Arsenale, includendo 213 artiste e artisti provenienti da 58 nazioni. Sono 26 le artiste e gli artisti italiani, 180 le prime partecipazioni nella Mostra Internazionale, 1433 le opere e gli oggetti esposti, 80 le nuove produzioni.
Fra le esposizioni di fotografia presenti: Florence Henri, Gertrud Arndt e Marianne Brandt.

https://www.labiennale.org/it/arte/2022/partecipanti

spiaggia piena di bagnanti al calare del sole
©Sandra Cattaneo Adorno

PERSONAL STRUCTURES

Edizione della Mostra Biennale d’Arte Contemporanea.

23 APRILE-27 NOVEMBRE 2022

Sedi Varie Venezia

tutti i giorni 10-18
martedì chiuso
Ingresso gratuito


Personal Structures presenta un’ampia selezione di opere d’arte di artisti, fotografi e scultori di fama internazionale ed emergenti, nonché istituzioni accademiche di tutto il mondo. Questi si riuniscono nella città di Venezia per esprimere da diverse prospettive il loro punto di vista sul tema principale della mostra: il concetto di riflessioni .

https://personalstructures.com/the-exhibition/

fotografia astratta che rappresenta un vortice
©Paolo Gidoni

PAOLO GIDONI

SCREENSHOTS_

7 aprile-28 maggio 2022

spazio IDEA
Piazza dei Signori, 56 Vicenza
da Ma. a Sa. 9,30-12,30 e 15,30-19,30
Ingresso libero
tel: +39 0444 542052
email: lidea@amatori.it


La realtà che ci viene mostrata da Paolo Gidoni è una realtà distorta, modificata dal suo stesso gesto, dagli strumenti forniti dalla tecnologia. La fotografia si avvale di un concetto che riguarda strettamente la letteratura, ovvero che la lingua e le parole danno voce a ciò che è reale, un concetto che Paolo, in quanto editore, conosce bene. In questo modo possiamo dunque dire che la fotografia dà un’immagine a ciò che è reale.

https://www.amatori.it/sitia-the-human-comfort-2/

uomo con cappello davanti a cancello e gatto che salta
©Sabine Weiss

SABINE WEISS

“LA POESIA DELL’ISTANTE”

11 marzo-23 ottobre 2022

Casa dei Tre Oci
Giudecca 43, Venezia

Biglietto Intero: 13€
https://www.treoci.org/it/informazioni

Info e prenotazioni:
tel.+390412412332
email: info@treoci.org


La Casa dei Tre Oci di Venezia presenta, dall’11 marzo al 23 ottobre 2022, la più ampia retrospettiva mai realizzata finora, la prima in Italia, dedicata alla fotografa franco-svizzera Sabine Weiss, scomparsa all’età di 97 anni nella sua casa di Parigi lo scorso 28 dicembre 2021, tra le maggiori rappresentanti della fotografia umanista francese insieme a Robert Doisneau, Willy Ronis, Edouard Boubat, Brassaï e Izis.
L’esposizione è il primo e più importante tributo alla sua carriera, con oltre 200 fotografie.
Curata da Virginie Chardin.

https://www.treoci.org/it/2013-02-05-10-08-35/mostre-in-corso/588-sabine-weiss-la-poesia-dell-istante

Pablo Picasso cammina sulla spiaggia tenendo l'ombrello alla moglie
©Robert Capa

ROBERT CAPA

“FOTOGRAFIE OLTRE LA GUERRA”

15 gennaio-5 giugno 2022

Museo Civico Villa Bassi Rathgeb
Via Appia Monterosso, 52  Abano Terme (Pd)

Lu. Me. Gio. e Ve. 14.30-19.00
Sa. e Do. 10-13 e 14.30-19
Festività infrasettimanali: 10- 13 e 14.30-19

Biglietto Intero: 12€
Info e prenotazioni:
041 8627167 (dal lunedì al venerdì 9.00 – 13.00)
Biglietteria: 049 8245284 (in orario di apertura Museo)


Un progetto che pone l’attenzione sui reportage poco noti di Capa, una mostra per scoprire la sua fotografia lontano dalla guerra.
La mostra esplora il suo rapporto con il mondo della cultura dell’epoca con ritratti di celebri personaggi come Picasso, Hemingway e Matisse, mostrando così la sua capacità di penetrare in fondo nella vita delle persone immortalate.
Al contempo vi sarà una sezione dedicata ai suoi reportage dedicati a film d’epoca. Dopo la fine del secondo conflitto mondiale è l’attrice svedese ad introdurre Capa sul set del Notorius di Alfred Hitchcock, dove si cimenta per la prima volta in veste di fotografo di scena.

http://www.museovillabassiabano.it/project/robert-capa/

©Ruth Orkin

RUTH ORKIN

LEGGENDA DELLA FOTOGRAFIA

18 dicembre 2021-2 maggio 2022
Prorogata fino al 23 maggio 2022

GALLERIA CIVICA
Piazza Garibaldi, 34 Bassano del Grappa (VI)
Tutti i giorni anche festivi 10-19
Chiuso Martedì
tel: +39  0424 519 901
email: info@museibassano.it
Info biglietti e riduzioni:
https://www.museibassano.it/informazioni/orari-e-tariffe


Leggendaria figura di fotoreporter ma anche cineasta americana, autrice assieme al marito Morris Engel del lungometraggio indipendente “Il piccolo fuggitivo” premiato con il Leone d’Argento al Festival di Venezia del 1953, Ruth Orkin (1921-1985) è una delle figure di spicco della fotografia del Novecento.

Realizzata dai Musei Civici di Bassano del Grappa in collaborazione con diChroma Photography, la mostra intende celebrare l’opera di questa pioniera del fotogiornalismo nel centenario della sua nascita.
Oltre 110 fotografie tra le più celebri della sua carriera – da “VE-Day” a “Jimmy racconta una storia”, da “American Girl in Italy” ai ritratti di Robert Capa, Marlon Brando e Woody Allen – testimoniano il talento di Orkin nel cogliere, con il suo obiettivo, situazioni potentemente iconiche.

http://museibassano.it/mostra/ruth-orkin